Archivi tag: Cinema

L’apporto del Cinema alla comprensione della città

Video Motivazioni della Laurea Honoris Causa in PTUA a Francesco Rosi presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, realizzato nell’ottobre 2004. A cura di Andrea Fiorista, Laboratorio CineMaCittà, dipartimento SAT

Lascia un commento

Archiviato in Itinerari Mediterranei

La città visionaria nel cinema di Fritz Lang

Metropolis, Regia di Fritz Lang, con Gustav Fröhlich, Brigitte Helm, Alfred Abel, Rudolf Klein-Rogge, Fritz Rasp, Theodor Loos, Erwin Biswanger, Heinrich George, Olaf Storm, Hanns Leo Reich. Fantastico, b/n, durata 90’ min. Germania 1927

Lascia un commento

Archiviato in Itinerari Mediterranei

Alcuni posters di “Le mani sulla città”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Archiviato in Itinerari Mediterranei

Per meglio comprendere la “dimensione culturale” dell’Urbanistica

Itinerari Mediterranei
Ovvero: Leggiamo i Classici per appartenere alla Modernità

Basta il sapere tecnico a urbanisti, paesaggisti, architetti e ingegneri, mai rapiti da descrizioni di paesaggi e città ben diverse dalle loro analisi, come Vi ravviso o luoghi ameni, o Sola, abbandonata, in questo popoloso deserto che appellano Parigi, o anche O tu Palermo, terra adorata e Addio fiorito asil dell’opera italiana, da Bellini a Verdi a Puccini? Comprende l’atmosfera dello stretto fra Reggio e Messina chi ignora Antonello e il San Francesco da Paola cammina sulle acque di Liszt, non conosce il rapporto con la natura nella musica di Vivaldi e nel paesaggismo veneto, né il romanticismo di Weber e Wagner col suo “senso della natura”? Si può capire la città moderna senza i suoni inseriti da Gershwin in Rhapsody in Blue e An American in Paris, o ignorando La città morta di Korngold, il jazz e le dissonanze del “secolo breve”?
Può chi si occupa di Urbanistica, e di tutto ciò che circonda la disciplina, ignorare il rapporto cinema città, può non aver mai visto Metropolis, né Mani sulla Città, o recarsi a New York senza ricercare i luoghi del cinema di Woody Allen o addirittura ignorare il così detto “Teatro Urbano”, dal dramma attico del quinto secolo a.C. a Brecht?
È giusto e possibile progettare uno spazio urbano senza avere ben presente le città medievali di Giotto e Fra’ Angelico, la quattrocentesca Città ideale di Piero della Francesca, gli spazi rinascimentali della Consegna delle chiavi a Pietro del Perugino, o dello Sposalizio della Vergine di Raffaello, la Venezia del Canaletto, ignorando Sant’Elia e La città che sale di Boccioni, o le descrizioni letterarie di città, dalla “Gerusalemme Celeste” dell’Apocalisse alla letteratura contemporanea, passando per Boccaccio?

L’incipit del film Leone d’Oro alla XXIV Mostra Internazionale del Cinema di Venezia
Le mani sulla città, film del 1963 diretto da Francesco Rosi, con Rod Steiger (Eduardo Nottola), Salvo Randone (De Angeli), Guido Alberti (Maglione), Carlo Fermariello (De Vita), Angelo D’Alessandro (Balsamo), Dany París (Dany).
«I personaggi e i fatti sono immaginari, ma autentica è la realtà che li produce»

PER VEDERE TUTTO IL FILM, CLICKA QUI

Lascia un commento

Archiviato in Itinerari Mediterranei